L'Oleificio Montenovo con il suo nuovo impianto continuo Pieralisi di ultima generazione (sostituito completamente nel 2013) riesce a soddisfare le esigenze di quanti vogliono ottenere dalle proprie olive un prodotto finale dalle qualita' organolettiche e sensoriali inconfondibili.

Le olive una volta giunte in frantoio vengono tutte deramificate,defogliate e lavate prima di essere inviate verso l'impianto di frangitura.


La frangitura avviene mediante frangitore a doppia griglia ,che per le sue caratteristiche costruttive permette una lavorazione a basso regime di giri, evitando cosi al prodotto stress termici ed ossidativi, assicurando massimi livelli di igiene.


La pasta di olive, ottenuta con la frangitura, contiene l'olio sotto forma di gocce piccolissime che, per essere separate dal resto della pasta, devono aggregarsi fra di loro. Questo processo è favorito dal rimescolamento entro contenitori ermetici in acciaio inox con oblò di ispezione in cristallo, mantenute elettronicamente a temperatura costante, le gramole. Il moderato riscaldamento, 24 - 26°C, della pasta favorisce questo processo di aggregazione e quindi l'estrazione dell'olio. Temperature elevate porterebbero ad un rapido scadimento della qualità del prodotto finale.


L'estrazione o separazione dei solidi dai liquidi avviene mediante "estrattore centrifugo" mod.Elefant S470/3, dotato di " flangia di scarico" espressamente studiata per la lavorazione partitaria.


Il mosto di olive ottenuto viene inviato ad un sistema incrociato di separazione per eliminare ogni possibile perdita di prodotto , costituito da due "separatori verticali automatici".


L'olio di"prima spremitura "ottenuto può essere subito ritirato, oppure filtrato, per quanti desiderano subito un prodotto limpido e privo di particelle in sospensione.

In tutte le macchine le parti a diretto contatto con il materiale in lavorazione sono costruite in acciaio inox alimentare per rendere tutto il sistema igienicamente perfetto.

L'impianto è dotato di controllo elettronico continuo delle temperature su tutti i punti critici della lavorazione per evitare che vengano superati i 27°C, temperatura massima imposta per poter fregiare il prodotto della dicitura "estratto a freddo".

Il frantoio è attivo anche con un servizio di confezionamento come da normative vigenti per chi volesse commercializzare il proprio olio.

Per quanti non dispongono di contenitori e di un mezzo idoneo al trasporto delle olive, durante la lavorazione viene attivato dal frantoio un idoneo servizio a prezzo molto contenuto.